MRgFUS-Parkinson-tennis

25.03.2018

Dall'Università della California San Francisco a Verona.

ExAblate V2 system per il trattamento dei fibromi uterini sintomatici. ExAblate System è un programma dispositivo medico che prevede un sistema ecografico focalizzato e uno scanner MRI. ExAblate usato come terapia fornisce un impulso di ultrasuoni focalizzati, o sonicazione, al tessuto mirato. In questo particolare studio, il tessuto bersaglio è costituito da fibromi uterini. Ogni sonicazione viene utilizzata per riscaldare piccoli punti nel fibroma, proprio come una lente d'ingrandimento può essere utilizzata per focalizzare la luce per riscaldare un punto. Il calore creato uccide una porzione del fibroma con l'obiettivo di diminuire o eliminare i sintomi relativi al fibroma uterino. Sonicazioni ripetute vengono eseguite fino a quando l'intero fibroma viene trattato o il volume trattato è determinato per essere appropriato.

Il sistema ExAblate è stato commercialmente approvato negli Stati Uniti per il trattamento dei fibromi uterini sintomatici.

Oggi la sua evoluzione con il termine MrgFus acronimo di Magnetic Resonance guided Focused Ultrasound, in Europa e in primis a Verona la vede in uso contro i tremori del Parkinson . Consente trattamenti terapeutici non invasivi per mezzo di due tecnologie integrate: Ultrasuoni Focalizzati ad alta intensità che producono termo ablazione nel punto focale del tessuto da curare e Risonanza Magnetica 3 Tesla che abilita l'operatore a localizzare, centrare e monitorare la parte anatomica da curare.

MrgFus in Italia è il primo macchinario sanitario presente ed è stato installato presso l'Ospedale Borgo Trento dell'Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona. E' in grado di eliminare i gravi tremori provocati dal morbo di Parkinson lavorando senza nessuna invasività, senza chirurgia, senza dolore, senza effetti collaterali. L'azione svolta dal macchinario ha dato buoni risultati nell'80% dei pazienti trattati in riabilitazione. E' stata presentata al pubblico alla presenza del presidente della regione Veneto Zaia ed altre autorità locali, dopo un periodo di utilizzo che ha permesso di testarne la straordinaria efficacia. Numerosi e importanti sono i benefici descritti per i malati: procedure non invasive, terapie eseguite senza ospedalizzazione e anestesia, rapido ricovero; nessun uso di sala operatoria e decorsi post-operatori; nessun rischio di infezioni; assenza di dispositivi di cure da impiantare; procedura a singola sessione con risultati immediati; non uso di radiazioni e controllo termometrico della termo ablazione in tempo reale con Rm; massima precisione e accuratezza sub-millimetrica nei tre assi spaziali per il centraggio e la terapia delle parti anatomiche da curare. Oltre al Parkinsonismo in futuro si prevede l'uso per il rilascio dei farmaci nel cervello.

Verrà utilizzato anche per l'Alzheimer?

credits . Regione Veneto e UCSF