Educational Tennis for Parkinson®

Testimonianze

Giovanni 

 

"Incontrare Gianni per me è stato un toccasana." non pensavo minimamente di ottenere i risultati sino qui ottenuti. I progressi che ho fatto sono evidenti, ogni lezione mi spinge volta per volta a migliorare la mia andatura, il mio equilibrio e particolarmente la mia postura, Aggiungere che il programma così impostato è fantastico è dire poco. Ogni esercizio che Gianni ci propina ci porta al limite dello sforzo per farci fare un centimetro in più ogni volta. Centimetro inteso non solo di passo ma mentale e fisico. Non ho mai fatto prima degli sforzi con il sorriso sulle labbra. 

Francesco 


"Primo giorno, primo giro di campo tra me e me dicevo non ce la farò a completarlo. sentivo nelle gambe una fatica enorme ma con la forza di volontà dovevo riuscirci. Passo dopo passo l'ho completato e con grande gioia mi son detto la prossima volta ne farò anche due" Oggi a distanza di un mese e mezzo fare i giri di campo è una routine normalissima senza nessuno sforzo, il mio passo è diventato una falcata. Riuscire a fare tutti gli esercizi proposti in ogni lezione e sempre diversi sonno una manna dal cielo per me e Gianni riesce a  trovare tutti quei stimoli che ci necessitano per progredire giorno per giorno ad allontanare il Mr P.   Lui utilizza il gioco del tennis adattato come strumento per farci sentire importanti, attivi e ancora in gran forma. Non ho mai giocato a tennis ma dalle movenze che eseguo comincio a sentirmi un vero tennista.

Raffaele 


"Salire gli scalini di casa è sempre stata un impresa faticosa" Un passettino dopo l'altro allungando il piede di pochi centimetri. Alla fine delle scale anche l'affanno. Con grande forza di volontà e grazie agli stimoli che Gianni con la sua capacità persuasiva ed amichevole è riuscito a trasmettermi oggi sono in grado di fare gli scalini a due alla volta. Non è un miracolo ma il frutto del desiderio di ottenere quelle migliorie che il mio corpo è in grado di darmi e che devo utilizzare.

E poi non ho mai preso una racchetta da tennis in mano in vita mia ed oggi comincio anche a palleggiare andando da una parte all'altra del campo....e sono solo all'inizio!

Vincenzo Cinotti


"Essere stato l'artefice dell'idea che ha avuto Gianni nel creare il programma di tennis adattato per il Parkinson mi riempie di gioia." Non solo per me ma anche per i benefici che ne possono trarre tutti coloro che hanno il nostro disturbo di Parkinson. Sapere di aver contribuito con la mia storia a giocare il tennis a tre mi rende orgoglioso. Spero che le associazioni e luminari del caso riescono a capire e sfruttare al massimo questa bella iniziativa che io trovo geniale e ti dico in verità che non vedo l'ora di continuare ad applicare il tuo metodo. Se avessi le capacità e la qualifica ti chiederei di prendermi come istruttore per aprire un centro di tennis per il Parkinson qui in Spagna.....